Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il Banco di Sicilia presenta a Ragusa il nuovo assetto sul territorio

Si è svolto oggi al Palaminardi di Ragusa una convention del Banco di Sicilia (UniCredit Group) per illustrare ad una platea di oltre 500 responsabili di agenzie, centri piccole imprese, direttori di territorio e direttori commerciali le principali novità contenute nel progetto “Insieme per i clienti” varato lo scorso 13 aprile dal cda di Unicredit. Il progetto prevede la fusione nella Capogruppo delle cinque banche controllate, fra cui il Banco di Sicilia, con l’obiettivo di realizzare una semplificazione organizzativa e una maggiore vicinanza della banca ai clienti e ai territori in cui opera.

All’incontro ha partecipato anche il nuovo Country Chairman per l’Italia di UniCredit, Gabriele Piccini, che ha illustrato i principali obiettivi commerciali per il 2010 per poi dare le prime informazioni su come sarà organizzata la rete commerciale in Sicilia sulla base del progetto di riorganizzazione che diventerà operativo il prossimo 1° novembre. La principale novità è che la Sicilia sarà suddivisa in dieci direzioni commerciali (saranno 112 in tutta Italia) rispetto alle tre attuali che hanno sede a Palermo, Catania e Ragusa. Le nuove direzioni commerciali in Sicilia saranno: Palermo città, Palermo provincia, Catania città, Siracusa, Agrigento, Trapani, Messina, Milazzo e Sant’Agata di Militello, Paternò e Caltagirone, e un’altra ancora per Ragusa Enna e Caltanissetta. “Le direzioni commerciali – ha detto Piccini – avranno ampi poteri decisionali su crediti, prezzi e risorse umane e avranno responsabilità sui piani di sviluppo sui territori presidiati”. In particolare, sul tema delle deleghe operative Piccini ha sottolineato come queste saranno ancora più ampie rispetto al passato: “Circa il 90% delle pratiche di affidamento – ha detto – saranno decise dalle direzioni commerciali a conferma di come la banca sarà ancora più vicina al territorio. Le direzioni commerciali avranno ampie deleghe su tassi e condizioni praticate alla clientela, il che consentirà di dare risposte ancora più rapide.”

Inoltre la nuova rete commerciale prevede anche 94 sedi e 25 territori: “Il territorio – ha detto Piccini – va presidiato in maniera molto più granulare con particolare attenzione alla necessità di una gestione commerciale coordinata, di una gestione dei rapporti con le istituzioni e le comunità locali, di un pronto riscontro in termini di soddisfazione dei clienti”.

La convention è stata aperta da un saluto di Ivan Lo Bello, presidente del Banco di Sicilia, che ha voluto sottolineare come l’aver scelto Ragusa come sede dell’incontro (già l’anno scorso la città aveva ospitato un cda della banca) confermi come il Banco di Sicilia sia attento a tutte le realtà del territorio siciliano. Lo Bello in particolare ha ricordato come il progetto “Insieme per i clienti” preveda che il Banco di Sicilia manterrà il suo brand: “Un marchio di grande storia che unito al brand UniCredit, portatore di modernità e innovazione, e che si avvale anche della sua presenza in 22 paesi europei, consente di unire in maniera veramente unica tradizione e innovazione.”

Roberto Bertola, Amministratore Delegato del Banco di Sicilia, si è soffermato sugli aspetti operativi e commerciali della Banca sottolineando come sia importante mettere sempre il cliente al centro dell’attività: “E’ proprio questo il senso del progetto di riorganizzazione che consentirà anche in questa regione di venire incontro, in termini di velocità di risposte e di efficenza, alle esigenze più particolari del territorio”.
[ad#co-9]