Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

A Catania 200 dolcetti fatti in casa per vincere l’amaro del racket

Tortine con gocce di cioccolato, frollini, togo, tartufini al rum, muffin alle noci, al cacao ed alla marmellata. Questi i dolcetti fatti in casa protagonisti questa mattina dell’iniziativa “La legalità è.. dolce” che si è svolta in Corso Italia a cura dell’Associazione Antiracket Antiusura Etnea (Asaae) Confesercenti.
“Un’esperienza da ripetere – dichiara il presidente Asaae Gabriella Guerini – anche in altre occasioni, a Catania e in provincia. L’iniziativa, portata avanti con grande entusiasmo, ci ha dato la possibilità di contattare numerosi cittadini e sensibilizzarli sul tema della lotta al racket ed all’usura”.
I 200 sacchetti verdi – decorati con rafia e cannella, completi di indicazioni con gli ingredienti e la data di confezionamento – sono andati tutti esauriti nel corso della mattinata, così come accaduto la scorsa domenica quando le scorte erano state terminate in un’ora.
Entrambi gli appuntamenti sono stati possibili grazie alle doti culinarie di Stefania Ferrara, Maria Antonella Tranchida, Cecilia Puglisi, Santa Signorelli, Salvo Samperi ed Alessia Terranova, tutti professionisti in altri campi, soci dell’Asaae e componenti dello Sportello di Aiuto e Prevenzione all’Usura (tel. 348.4051662), attivo a Catania in viale Vittorio Veneto 14; presenti anche il presidente della Confesercenti etnea Maurizio Morabito ed il direttore Alberto Sozzi, che hanno contribuito attivamente alla riuscita dell’iniziativa.
Tra il materiale divulgativo distribuito ai catanesi, anche il “decalogo antiusura” tratto dal libro “Ladri di vita” di Tano Grasso e Gaetano Savatteri, con le illustrazioni di Staino.