Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Quando le cosche si infiltrano nell’antimafia

Il pentito Campanella, uno dei finacheggiatori di Bernardo Provenzano, ha recentemente raccontato dell'attività antimafia da lui promossa a Villabate. Ora si scopre che anche il "vivandiere" di Provenzano aveva un ruolo importante in una storica cooperativa antimafia, fondata più di cento anni fa. Viene in mente una domanda. Siccome nei paesi si sa tutto di tutti, a nessuno è venuto il sospetto che quelle presenze e quelle attività fossero inopportune, giusto per utilizzare un eufemismo?